Mental Coach

Che cos’è il Mental Coaching?

Cominciamo con il definire cosa non è un Coach: non è un “guru”, non è un consulente, non è un motivatore e nemmeno uno psicoterapeuta, non svolge attività relative alle malattie o a disagi psicologici; il Coach è un allenatore prima di tutto, ma non solo questo!

Il Coach è un esperto di cambiamento. Il suo intervento promuove la crescita e lo sviluppo personale del Coachee, nel pieno rispetto della sua unicità e delle sue caratteristiche peculiari. Un Coach accompagna e affianca l’Atleta, nel raggiungimento di specifici obiettivi, tramite la presa di coscienza di se stesso, lo sviluppo e l’utilizzo delle proprie potenzialità.

Attraverso un uso sapiente delle domande, il Coach conduce il Coachee ad esplorare, ad accedere alle sue capacità, alle sue doti, alle sue abilità. Si giunge ad una naturale espressione dei propri talenti. Si generano così nuove possibilità, e il tutto consente un rinnovo della vita, una crescita di benessere a livello olistico, una maggior vitalità e un maggior equilibrio interiore; non solo del coachee ma anche delle persone che lo circondano.

Perché, il miglioramento del singolo ha un effetto domino sugli altri!

Il Coaching si basa su un “patto di Coaching” fra Coach e Coachee in cui si definiscono le basi dell’alleanza di lavoro, fondata sulla fiducia nella relazione tra i due, sull’impegno e sulla responsabilizzazione nel processo, per il raggiungimento dell’obiettivo.

Chi è il Mental Coach?

Il Mental Coach è un professionista, un esperto di cambiamento. Il suo intervento promuove la crescita e lo sviluppo personale del Cliente, nel pieno rispetto della sua unicità e delle sue caratteristiche peculiari.

A chi si rivolge?

Il Mental Coach si rivolge a tutti. Si rivolge a chiunque desideri migliorare la propria vita, personale, professionale, sportiva. A chi desidera ed è realmente motivato a raggiungere un obiettivo ma non sa come fare, da dove iniziare, che direzione prendere.

Che cosa offro come Mental Coach?

 

Un percorso di Mental Coaching ti consente di usare gli strumenti già in tuo possesso per ottenere ciò che desideri veramente.

Io sarò per te una risorsa, in un viaggio in cui ti guiderò al raggiungimento di determinati obiettivi personali o professionali. Questo lo faccio ponendomi al tuo fianco, e insegnandoti a valorizzare ed usare i tuoi talenti, il tuo potenziale, le tue capacità.

Come lo faremo? imparando ad allenare la mente: a gestire il Tuo tempo, le Tue emozioni, il Tuo dialogo interiore; a non perdere il focus; a porti le giuste domande; ad indirizzare le Tue energie nella giusta direzione; e tanto altro!

 

Il mondo del Coach

Da quando mi sono avvicinata al mondo del Coaching ho scoperto che esistono delle ripartizioni al suo interno, si parla di Executive, Business, Corporate, Sport, Parent, Life etcc, e mi sono chiesta:

  • Esiste veramente un confine netto fra di loro?
  • Cosa accomuna o differenzia tutte queste specializzazioni?

Oggi ho compreso, che la vera differenza non è il metodo o le tecniche che vengono applicate, ma un’etichetta.

Ho riflettuto molto su una frase che ho letto:

“Le differenze seguono la dimensione del nostro ego”

Creiamo etichette quindi differenze, perché spesso siamo legati alla paura di perdere il nostro “orticello”. Questa paura si lascia andare solo quando smettiamo di coltivare esclusivamente la nostra piccola zolla di terra, e magicamente il piccolo campo di cui ci nutriamo, diventa una distesa di idee e di opportunità, per noi e per gli altri.

  • In tutto questo, dove si colloca con precisione il Mental Coaching?

Il Mental Coaching è il cuore del Coaching.

  • Come, non la Mente?

No, pensare che il Mental coach sia solo un allenatore della mente, e quindi il Coaching l’allenamento della mente è riduttivo. Questa definizione descrive solo un piccolo frammento di un mondo molto più vasto.

Lo scopo del Mental Coaching

Lo scopo del Mental Coaching è il benessere della persona!

Il Mental Coaching abbraccia tutto lo scibile del “mondo del Coach”, perché è una filosofia di vita, che coinvolge mente, corpo e anima. Riguarda la persona nella sua interezza, a 360 gradi. Il Mental Coach ci allena a vivere, a sentire, ad ascoltare e ad ascoltarci, a cogliere le opportunità, i segnali. Ci allena al cambiamento. Ci insegna a pianificare, a programmare, a gestire il nostro tempo, a concentrarci, a usare tutti i nostri strumenti, ad agire, a mettere in pratica, a non perdere il focus, e lo fa mettendo in primo piano la persona. La persona!

Sì perché prima di tutto c’è la persona che abbiamo di fronte, non un obiettivo, un risultato.” – Amanda Gesualdi

Il Mental Coaching è rispetto

Il Mental Coaching apre le porte all’amore, quello vero verso se stessi e verso chi ci circonda, perché amare veramente significa rispettare l’altro, e il rispetto genera sempre prosperità.

Il Miglioramento del singolo, ha effetto domino sugli altri.

Vivere da Mental Coach, significa essere sé stessi; essere un Mental Coach significa aiutare le persone a trovare la propria strada, a costruire il loro presente e il loro futuro.

“L’amor che muove il sole e le altre stelle…”

ll Mental Coaching è un dialogo sincero fra il Coach ed il Coachee, un rapporto profondo che si instaura fin dal primo colloquio e va coltivato “giorno dopo giorno”. È aiuto alla persona (cliente/coachee/atleta). È AMORE, per il prossimo, amore per sé stessi. È l’unione di due persone che conseguono lo stesso SCOPO.

Quali Benefici apporta il Mental Coaching?

Affrontare un cambiamento

Dare una direzione alla tua vita

Trasformare un sogno in realtà

Imparare ad agire

Raggiungere obiettivi prefissati

Definire un piano d'azione

Cambiare i comportamenti che non funzionano

Eliminare le convinzioni limitanti

Il Mental Coach al fianco del Coachee, strumenti e tecniche

Il Mental Coach accompagna e si pone al fianco del Coachee nel suo percorso di trasformazione.

Spiega e trasmette le tecniche, strumenti e metodi per usare meglio il proprio potenziale, ad avere fiducia in se stessi. Con il Mental Coaching si comprende che ogni obiettivo raggiunto è l’inizio di un nuovo cammino.

Attraverso la gestione del dialogo interiore, di un buon piano di azione, con l’uso della visualizzazione, dell’immaginazione, della meditazione, della respirazione, della domanda aperta, dell’alimentazione consapevole, si raggiunge l’obiettivo. Viene allenata la volontà, la concentrazione, l’abilità a mantenere il focus.

E una volta che la persona padroneggia questi strumenti, li fa diventare il suo stile di vita, i suoi valori, la sua filosofia, è allora che sperimenta la vera libertà.

Una libertà che rende la persona più efficace, soddisfatta, felice, entusiasta della vita, accogliente, appagata, aperta verso il prossimo, capace di rialzarsi quando cade, di cogliere le opportunità, di evolvere.

Come abbiamo visto il Mental Coach insegna sì ad allenate la mente, come al pari di un’attività fisica, ma non si rivolge solo alla mente, ma anche al cuore, all’anima, al corpo.

Apre le porte all’amore quello verso sé stessi, e verso chi ci circonda.

Amare veramente, significa rispettare l’altro e il rispetto genera prosperità.

Un percorso di Mental Coaching fa emergere una nuova identità, un nuovo senso di sé, modifica il modo di pensare, di vedere, di essere; fornisce strumenti per agire consapevolmente, guida i nostri criteri di scelta, aiuta a gestire il tempo, conduce a una naturale espressione dei nostri talenti. Dà inizio a una nuova direzione della vita.

Consente di trasformare un sogno in un obiettivo ed un obiettivo in un’azione.